Università, la ministra Fedeli «salva» gli atenei telematici

February 13, 2017

Due anni di proroga per mettersi in pari con in nuovi requisiti: la ministra Valeria Fedeli concede alle università tempo fino al 2019/20 per rispondere alle nuove regole sui docenti previste dal decreto firmato dall’ex ministra dell’Istruzione Stefania Giannini il 12 dicembre dello scorso anno. Confermando il suo stile pacificatorio, Fedeli è venuta incontro alla richiesta della Conferenza dei rettori di una maggiore gradualità di attuazione delle nuove regole. Deroga anche per l’introduzione delle lauree professionalizzanti, che sembravano sovrapporsi agli ITS (istituti tecnici superiori, scuole ad alta specializzazione tecnologica): verrà attivata una cabina di regia con tutti i soggetti interessati, compresi gli studenti. «Si tratta di una scelta di buon senso, di un atto necessario», spiega Fedeli. Con la proroga dei tempi previsti dal decreto di dicembre, non potranno essere introdotti nuovi corsi nei prossimi tre anni, ma gli atenei potranno «introdurre i nuovi parametri relativi al rapporto tra docenti e studenti senza danneggiare l’offerta esistente» e avendo il tempo per «attivare nel frattempo un apposito piano di reclutamento».

Nuove norme per l’accreditamento delle università telematiche. Gli atenei online: “Costi insostenibili”

January 25, 2017

Il 12 dicembre scorso, a poche ore dal turn over con Valeria Fedeli, la Giannini ha firmato il decreto che inasprisce le norme che gli atenei a distanza debbono ottemperare per poter ottenere dal MIUR la licenza a rilasciare titoli di studio validi. I nuovi criteri si applicheranno a partire dall’anno accademico 2017-2018 e la prospettiva spaventa non poco i rettori delle università online.

Tra i punti più critici del decreto sulle nuove norme per l’accreditamento delle università telematiche c’è l’aumento della quota di docenti a tempo indeterminato per ciascun corso di laurea rispetto al numero di iscritti. In media, si prevede che si debbano avere almeno 6 professori ordinari ogni 150 studenti. Il che – contestano gli atenei interessati – comporterebbe spese maggiori degli incassi derivanti dal pagamento delle tasse degli iscritti.

Con una media di 2mila euro di retta all’anno, infatti, ogni 150 studenti le telematiche avrebbero un ricavo di 300mila euro, a fronte di un esborso in stipendi per i professori calcolato in circa 360mila euro annui (ipotizzando una retribuzione media annua di 60mila euro a docente). Uno sbilancio che porterebbe gli atenei che operano esclusivamente in modalità a distanza sull’orlo del fallimento.

Liceali e «lavoro» a scuola Come sta funzionando?

January 22, 2017

Dal Corriere della Sera

Il ministero dell’Istruzione, consapevole che l’avvio è stato complicato, ha siglato in corsa accordi con multinazionali — da Eni a Zara a Mc Donald — disposte ad offrire percorsi formativi agli studenti. Scelte che in qualche caso hanno visto ragazzi e sindacati sulle barricate, preoccupati che l’alternanza si trasformi in un serbatoio di lavoro gratuito. Ma l’obiettivo, ha sempre sostenuto il Miur, è abbattere il muro tra due realtà, scuola e lavoro, che non dialogano; e avvicinare i ragazzi alla concretezza di un mestiere. Nel secondo anno, il progetto è partito con una dote di 100 milioni di euro nella legge di Bilancio e incentivi per le aziende coinvolte che assumono studenti che hanno fatto l’alternanza. È poi finalmente decollato il registro nazionale dell’alternanza scuola-lavoro (www.scuola-lavoro.registroimprese.it), una piattaforma sviluppata da Unioncamere, online dal 26 luglio scorso, che conta un migliaio tra imprese, enti e professionisti, con 20mila percorsi di alternanza tra i quali gli istituti possono scegliere.

Rivoluzione a Maturità e licenza media, laurea per gli asili, sostegno ai disabili: le novità per la scuola

January 15, 2017

Valutazione e nuovi esami di maturità. E' forse la delega con le novità più seguite da genitori e studenti. Nel 2018, gli esami di maturità contempleranno soltanto due scritti, Italiano e prova di indirizzo. Salterà la terza prova scritta, quella confezionata lo stesso giorno dalla commissione esaminatrice. E verrà rivoluzionato anche il punteggio finale, che resterà in centesimi, attribuendo un peso maggiore alla carriera scolastica che oggi vale 25 punti di credito. Dall'anno prossimo la carriera scolastica, con le attività di alternanza scuola-lavoro, peserà per 40 punti. Gli altri due scritti e il colloquio varranno 20 punti ciascuno. La commissione esaminatrice resta mista: tre membri interni, tre commissari esterni e un presidente, anche questo esterno. E all'ultimo anno gli studenti dovranno obbligatoriamente (pena l'esclusione dall'esame di maturità) sostenere una prova nazionale Invalsi di Italiano, Matematica e Inglese.

Cambia anche l'esame di terza media: tre prove scritte (Italiano, Matematica e lingua straniera) e un colloquio, in luogo delle sei prove scritte di oggi. Perché la prova Invalsi di Italiano e Matematica, che rientrava nell'esame finale, verrà spostata in un altro momento dell'anno e uscirà dalla valutazione finale. Ma sarà obbligatorio svolgerla per l'ammissione agli esami. In forse le novità sulla valutazione della condotta, che dovrebbe essere espressa sulla base di indicatori nazionali relativi allo sviluppo delle competenze personali, sociali e di cittadinanza.

Al via la prima fase, quella della registrazione. Centinaia di genitori chiamano la sede di viale Trastevere. Il ministero tranquillizza: "Problema temporaneo, c'è tutto il tempo". L'iscrizione vera e propria per primaria e secondaria è dal 16 gennaio al 6 febbraio

January 15, 2017

Il secondo passo è previsto all’inizio della prossima settimana: dalle otto di lunedì prossimo fino alle 20 di lunedì 6 febbraio si potranno inoltrare le domande ma non vi sarà alcuna priorità dettata dall’ordine di arrivo. Le iscrizioni online riguardano solo le classi prime delle scuole elementari, medie e superiori; sono obbligatorie per le scuole statali e facoltative per le paritarie. Ad usare ancora il modulo cartaceo saranno invece i genitori che devono iscrivere i figli alla scuola dell’infanzia: anche per loro valgono le date che vanno dal 16 gennaio al 6 febbraio. La modalità web potrà essere utilizzata anche per l’iscrizione ai corsi di istruzione e formazione dei centri di formazione professionale regionali di Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia e Veneto che hanno aderito al sistema. Un procedimento non facile per le famiglie che si trovano nelle zone colpite dal terremoto: per loro il ministero ha previsto delle azioni di supporto che saranno comunicate nei prossimi giorni alle scuole delle zone.

Open Day all'Istituto paritario Roma tutti i Lunedi pomeriggio

January 08, 2017

DA NOI OGNI LUNEDI DALLE 15 ALLE 19 E' OPEN DAY

L'Open Day è una giornata nella quale si può visitare la tua futura scuola in anteprima, un modo per conoscere locali, personale, docenti, aule, laboratori, palestra, attrezzature ma più genericamente per capire se quello è l'ambiente giusto per i tuoi prossimi 5 anni di scuola secondaria superiore.

Da noi è possibile venire tutti i lunedi dalle 15 alle 19, abbiamo scelto di dare la possibilità alle famiglie di scegliere la data più compatibile con gli impegni della famiglia.

Vi aspettiamo, venite a trovarci al più presto...!!!

Istituto paritario Roma

Istituto Tecnico Economico Amministrazione, Finanza e Marketing

Istituto Tecnico Economico Amministrazione , Finanza, Social Media e Web Marketing

06.55285343

info@istitutoroma.it

Scuola 2017/2018 come iscriversi online sul sito del Miur

January 04, 2017

Vediamo nel dettaglio i criteri di iscrizione per i diversi livelli scolastici, le scadenze e i requisiti richiesti:

  • Scuola dell’infanzia: possono iscriversi i bambini che compiono 3 anni entro il 31 dicembre 2017. Se vi sono posti disponibili possono iscriversi anche i bimbi che compiono 3 anni entro il 30 aprile 2018. L’iscrizione deve essere cartacea.

  • Scuola Primaria: la domanda di iscrizione può essere inoltrata online e si possono scegliere un massimo di 3 istituti. Possono iscriversi i bambini che avranno sei anni entro il 31 dicembre 2017, mentre se sono disponibili altri posti possono iscriversi anche i bambini che fanno sei anni entro il 30 aprile 2018.

  • Scuola Secondaria I grado: l’iscrizione va effettuata online e si possono scegliere due scuole al massimo. I genitori hanno la possibilità di scegliere anche il quadro orario, optando fra 30, 36 o 40 ore settimanali.

  • Scuola Secondaria di II grado: l’iscrizione deve essere effettuata online e al massimo si possono indicare 3 scuole differenti fra cui scegliere.

Social network e selfie, la rivoluzione comunicativa del Papa

January 02, 2017

Il documentario «Un selfie con il Papa», prodotto da FremantleMedia Italia e curato da Michele Truglio e Lamberto Ciabatti, ha messo al centro proprio questo aspetto, raccogliendo in tutta Italia e anche all’estero le testimonianze di persone comuni che avevano da raccontare un’esperienza legata a Francesco (Rai3, domenica, ore 21). Attraverso un appello diffuso proprio via internet, gli autori hanno raccolto le storie d’incontro con il Papa, di fedeli e atei, condensate in una foto, un video, un post sui social network.

1 / 8

Please reload

L’Istituto paritario “Roma" è situato in via Ernesto Nathan 41-43, zona Magliana/Villa Bonelli, non lontano dalla stazione di Trastevere e le fermate Metro B Eur/Magliana o San Paolo. La posizione privilegiata della Scuola favorisce la frequenza di studenti provenienti da tutte le zone di Roma e provincia. 

 

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • Instagram Social Icon
  • Google+ Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • Tumblr Social Icon
  • LinkedIn Social Icon
  • unnamed

Seguici

Corsi di Laurea

e Master 

 

Hai bisogno di informazioni?

Compila i dati qui sotto e ti contatteremo subito.

È facile.

 

Scuola - università

Il Blog di informazione  su scuola ed Università primo in Italia.

SCRIVICI

Compila il Form e risponderemo ai tuoi dubbi

AIUTO

Ti serve aiuto? 

Il nostro orientamento

​é sempre gratuito

CONTATTACI

06.552.85.343

800.129.733