Maturità 2021, cosa cambia nei requisiti di ammissione: FAQ MI

Il Ministero dell'Istruzione definisce i requisiti di ammissione all'esame di maturità 2021, rispondendo ad una domanda specifica.

Quali sono i requisiti di ammissione alla maturità 2021? A differenza dello scorso anno, quest’anno esiste la possibilità di non essere ammessi agli esami ed essere bocciati allo scrutinio finale. Quindi vediamo cosa stabilisce il ministero per l’ammissione all’esame di Stato 2021.

Maturità 2021, diversa anche quest’anno

L’esame di maturità 2021 è stato modificato a seguito della pandemia in corso. Proprio per questo, consisterà in una prova orale che inizierà dalla discussione di un elaborato. L’argomento dell’elaborato sarà assegnato dal Consiglio di classe entro il 30 aprile e i docenti supporteranno gli studenti nella sua realizzazione.

Esame di Stato 2021, i requisiti del MI

I requisiti di ammissione all’esame di maturità 2021 sono definiti chiaramente da una FAQ del Ministero, che risponde alla domanda:


Quali sono i requisiti di ammissione all’esame di Stato del secondo ciclo per l’anno 2020/2021 per i candidati interni?

R: Per l’ammissione sono richiesti votazione non inferiore a 6/10 in ciascuna disciplina e voto di comportamento non inferiore a 6/10; è tuttavia prevista la possibilità di ammettere, con provvedimento motivato, nel caso di una insufficienza in una sola disciplina.

Quanto al requisito della frequenza “per almeno tre quarti del monte ore personalizzato”, i collegi docenti possono prevedere deroghe, anche con riferimento alle specifiche situazioni dovute all’emergenza epidemiologica.

Per quest’anno si prescinde invece dal possesso degli altri due requisiti previsti dal Decreto legislativo 62/2017, ossia dalla partecipazione alle prove INVALSI e dallo svolgimento delle attività di PCTO (percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento).


https://www.scuolainforma.it/2021/04/14/maturita-2021-cosa-cambia-nei-requisiti-di-ammissione-faq-mi.html